NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Progetti Solidali

Natale a Bondeno 2021 140 90

Torna per la seconda edizione il progetto ‘Siamo tutti Babbo Natale’: un’iniziativa nata per aiutare chi è meno fortunato e per regalare a tutti un po’ dello spirito del Natale.

«Queste festività sono incentrate sulla volontà di non lasciare nessuno solo – sono le parole del sindaco, Simone Saletti –. Dal più piccolo al più grande, vogliamo raggiungere tutti i cittadini per riuscire a donare loro anche soltanto un pensiero di vicinanza e di gioia».

Dunque, fino al 18 dicembre, ciascun cittadino, adulto o bambino che sia, potrà creare la propria scatola personalizzata, contenente un pensiero scritto e un piccolo regalo. «Una volta raccolti tutti i pensieri – spiega l’assessore alle Pari opportunità, Francesca Aria Poltronieri –,  Caritas si occuperà di consegnare le scatole alle famiglie del territorio più bisognose. L’invito a partecipare è quindi aperto a tutti, nella consapevolezza che ciascuno di noi può creare anche più di un regalo».

Dai calzini alle sciarpe, dai biscotti agli stuzzichini salati confezionati, ogni pensiero può essere perfetto per testimoniare vicinanza e solidarietà, e per regalare agli altri un Natale speciale. «Naturalmente, anche libri, riviste, giochi e cancelleria sono tutti regali utilissimi – descrive ancora Poltronieri –. L’unica accortezza importante è quella di precisare, sulla scatola, se il pacco è destinato agli adulti o ai bambini. Ringraziamo il Gruppo Scout di Bondeno per aver promosso e curato da vicino l’iniziativa».

Importanti anche i contributi delle associazioni ‘La Locomotiva’ e ‘Insieme è più facile’, del Ccrr e della parrocchia ‘Natività di Maria’ di Bondeno. I pacchi così composti devono quindi essere consegnati presso l’atrio del Municipio entro il 18 dicembre. Per ogni informazione si può contattare il numero: 340/3914594.

Condividi il contenuto su FacebookCondividi il contenuto su Google PlusCondividi il contenuto su TwitterCondividi il contenuto su LinkedIn