NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Decreto semplificazioni

Obiettivo semplificazione

Si ricorda alla cittadinanza che, secondo quanto disposto dalle modifiche apportate al Testo Unico sulla documentazione amministrativa, dal Decreto Legge n. 76/2020, convertito con Legge n. 120/2020, anche i privati sono tenuti

ad accettare le autocertificazioni (“Le norme del presente testo unico … disciplinano altresì la produzione di atti e documenti agli organi della pubblica amministrazione nonché ai gestori di pubblici servizi nei rapporti tra loro e in quelli con l'utenza, e ai privati”, art. 2 del D.P.R. n. 445/2000).
Resta invariato l’obbligo, in capo alle pubbliche amministrazioni certificanti (art. 71, co. 4 del citato DPR), di verificare, su richiesta del soggetto privato, la veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive ed eventualmente confermare quanto oggetto della dichiarazione.
A seguito di tale richiesta, che dovrà quindi riportare un esplicito riferimento all'autocertificazione (art. 46 DPR 445/2000), la P.A. potrà rilasciare un’informativa o un certificato, con valenza meramente sostitutiva o integrativa della verifica dell’autocertificazione.
CIò premesso, e considerato che giungono tuttora richieste di privati cittadini relative al rilascio di certificazioni anagrafiche “in carta semplice”, su esplicita indicazione di istituti bancari, studi notarili e agenzie assicurative nonché fermo restando l’obbligo generalizzato di accettare le autocertificazioni, si evidenzia che i certificati anagrafici destinati a notai, assicurazioni e/o istituti bancari non sono assolutamente contemplati tra i casi di esenzione da imposta di bollo (tabella B in allegato al D.P.R. n. 642/72).
Il ricorso all’autocertificazione risponde non soltanto ad esigenze di semplificazione amministrativa, quanto alla necessità di limitare l’accesso dell’utenza agli uffici comunali, nel rispetto delle norme di contenimento anti Covid-19, ed inoltre avendo il Comune di Bondeno già aderito all'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR) è anche possibile accedere al portale web di quest'ultima ed elaborare facilmente la propria autocertificazione anagrafica:

Sito dell'ANPR: Servizi al Cittadino – ANPR (interno.it)

Condividi il contenuto su FacebookCondividi il contenuto su Google PlusCondividi il contenuto su TwitterCondividi il contenuto su LinkedIn