Celebrata la Giornata dell'Autiere

Celebrazioni della Giornata degli Autieri d’Italia, ma sguardo inevitabilmente rivolto al cielo, per ricordare la scomparsa di monsignor Marcello Vincenzi. Da sempre legato anche a questo evento, per il quale aveva celebrato tutte le messe davanti al monumento degli Autieri di via Veneto. Nella prima domenica di ottobre, purtroppo, il cerimoniale è stato diverso dal solito. Da programma il rituale, con l’alzabandiera e il “silenzio” suonato subito dopo l’inno di Mameli, quasi a simboleggiare il lutto di questi tristi giorni per la comunità. Presenti anche tutte le associazioni ex combattentistiche, il sindaco Fabio Bergamini, il comandante dei carabinieri, Abramo Longo, e quello della polizia municipale, Stefano Ansaloni. Con loro, il responsabile della Protezione civile, Andrea Ferrarini, con i suoi volontari. Per gli Autieri, presenti il colonnello Andrea Pranzi, il capitano Cavicchioli e vari rappresentanti nazionali. Il sindaco Bergamini ha ringraziato il volontariato che continua ad operare per il bene comune, ma anche ricordato «le tante persone scomparse nell’ultimo periodo», a cominciare da monsignor Vincenzi. Nel salutare i presenti ha invitato le varie delegazioni al cerimoniale della fine della Grande Guerra, che si terrà il prossimo quattro novembre, nella giornata delle Forze Armate.

Giornata Autiere 2018

Condividi il contenuto su FacebookCondividi il contenuto su Google PlusCondividi il contenuto su TwitterCondividi il contenuto su LinkedIn