NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Bondeno: notizie in primo piano

ARRIVA INFERMIERE DI FAMIGLIA

Salute a Bondeno Tavola disegno 1

Ha preso il via anche a Bondeno in via sperimentale il servizio dell’infermiere di famiglia e di comunità, con due operatori già insediati presso la Casa della Salute “Fratelli Borselli”. Tutte le informazioni utili all'interno dell'articolo.

Estremamente soddisfatto per l’aggiunta di questa nuova professionalità si è detto il sindaco, Simone Saletti: «Una figura che potrà rivelarsi essenziale per il territorio, con l’obiettivo di fare rete fra la sanità locale e le realtà presenti sul territorio, intercettando i reali bisogni della comunità prendendosi cura degli assistiti». Le due figure sono operanti a Bondeno da circa un mese, ma il primo cittadino già guarda a come estendere la copertura sul territorio: «Siamo già al lavoro per mettere a disposizione delle sedi del Comune per agevolare il lavoro degli infermieri di comunità anche quando si trovano molto lontani dal Capoluogo, seguendo un modello analogo a quello già in essere, ed estremamente funzionale, per il punto prelievi di Pilastri. Ringrazio Ausl Ferrara e il Distretto Sociosanitario Ovest per l’attenzione mostrata e per essere venuti incontro alle esigenze da noi sollevate: la sanità ferrarese può progredire soltanto se la comunità ha a disposizione gli stessi servizi in tutto il territorio, e la direzione intrapresa da Ausl sembra essere quella giusta. Il comune di Bondeno – chiosa Saletti – è disposto a mettere a disposizione ogni servizio o competenza per agevolare le attività dell’azienda sanitaria, con la forte consapevolezza che anche dall’altra parte sia presente il medesimo spirito di collaborazione»

. L’infermiere di comunità è una figura che svolge il proprio lavoro sia in ambulatorio sia a domicilio dal paziente. L’infermiere è un punto focale nell’obiettivo del miglioramento della sanità territoriale, per una presa in carico del paziente migliore e più completa. «Fondamentale sarà anche il rapporto sinergico che questa figura dovrà creare con le realtà sociali del territorio – sottolinea il vicesindaco con delega ai Servizi sociali, Francesca Piacentini –, al fine di garantire la conoscenza e la copertura totale dei bisogni degli strati più fragili della popolazione».

Per scoprire nel dettaglio chi è e cosa fa l'infermiere di comunità, cliccare sul seguente link: Infermiere di famiglia e di comunità - Servizio Sanitario Regionale Emilia-Romagna (ausl.fe.it)

Condividi il contenuto su FacebookCondividi il contenuto su Google PlusCondividi il contenuto su TwitterCondividi il contenuto su LinkedIn
Altre notizie